sabato 26 aprile 2008

La modella della settimana: Sonja Castelli











La modella di questa settimana è la torinese Sonja Castelli, minuta e bellissima ragazza (nonchè mamma!) con una lunga militanza come fotomodella, nonostante la giovane età.
Ma lasciamo che sia Sonja stessa a presentarsi, con le parole che usa anche sul suo sito: "Sonja C. è una ragazza nata 24 anni fa nel capoluogo piemontese. Una ragazza un po’ fuori dal comune, con il vizio di uscire un po’ troppe volte fuori dal gregge. Ragazza dalle mille sfaccettature, a volte misteriosa, a volte elegante, a volte semplice, a volte maliziosa, ma sempre se stessa.
Romantica, solare, passionale. Cos’altro dire. A volte difficile da capire. A volte basta solo saper ascoltare, smettere di parlare, sentire e guardare soltanto. Sonja è quella che è o la si ama, o la si odia. Sonja la si sa capire dagli sguardi e dai silenzi, mai dalle sue parole. Chi mi conosce meglio a volte, è chi mi ha osservato dal mirino di una reflex, chi ha capito i miei stati d’animo e li ha impressionati su una pellicola. Chi ha fatto del mio corpo, solo arte fatta di luce e passione. Sonja C."



Ciao Sonja, benvenuta su “Sotto i Riflettori”! Spero che la nostra lunga intervista ti faccia piacere…

Eccome! Ne sono felicissima.

Ci vuoi spiegare come è nata la tua attività di modella, e da quanto tempo te ne occupi?

E’ nata come un passatempo, un gioco, una sfida, un “vediamo come va?” e poi è diventata una tra le mie più grandi passioni, tutto questo avvenne nel 2003, 5 anni or sono.

Cosa fai invece nella vita di tutti i giorni?

Nella vita di tutti i giorni sono una mamma, una moglie indaffarata e una segretaria che si occupa di magazzino, ricambi, comunicazioni con l’estero, contabilità, pc, assistenza telefonica e chi più ne ha più ne metta.

Qual è la più grande soddisfazione artistica che hai avuto finora?

Vedermi pubblicata su 4 riviste e un libro fotografico. Sensazione indescrivibile…

Ti piacerebbe diventare una modella professionista al 100%, o per il tuo futuro punti a occuparti d’altro?

Sì mi sarebbe piaciuto ma quando potevo ho scelto altre priorità ed ora con una bimba piccola e gli impegni che una famiglia dà, non è più possibile mettere in primo piano questa professione.

Hai anche qualche rimpianto, o ritieni di aver colto tutte le migliori occasioni che finora ti si sono presentate?

Sì, ho moltissimi rimpianti per aver tralasciato qualcosa che poteva diventare una professione piena di soddisfazioni anche e soprattutto economiche a favore di una strada che mi ha portato solo delusioni. Avrei potuto accettare lavori importanti che invece ho declinato e ora guardando indietro sinceramente me ne pento un po’…

Oltre alla moda, ti piacerebbe sperimentare qualche altro campo artistico? (cinema, TV, musica, teatro etc etc)

No, sinceramente sono molto legata alla carta stampata, la televisione non mi interessa, anche perché per il ruolo che ha la donna in TV ultimamente preferisco proprio astenermi dal farne parte…vedo troppa volgarità e a volte mi vergogno di fare parte di questo genere che a volte dimentica di avere qualche dote in più che un paio di "tette al silicone” da mostrare in qualsiasi contesto, attinente o meno.

Sapresti dirmi, più o meno, quante proposte di lavoro (nel campo della moda) ricevi in un mese?

Non le ho mai contate, ma indicativamente penso una trentina.

Cosa ne pensi di Internet come mezzo per proporti e per trovare lavoro in questo settore?

Ottimo, ma bisogna stare attenti… non tutti quelli che scrivono sono veri fotoamatori… purtroppo internet al giorno d’oggi è alla portata di tutti… consiglio di non fidarsi mai, di chiedere referenze e di non accettare lavori che non abbiano lo scenario della sala pose.

Quali rischi corre una modella alle prime esperienze? È vero che “là fuori” ci sono un sacco di persone poco raccomandabili?

Esattamente. Però vorrei sfatare la credenza che i fotografi sono tutti maniaci e porcelli. Ho incontrato nell’ambito di questo lavoro tantissime care persone, professionisti interessati tutt’altro che a quello che si dice. Vorrei che si sapesse che un vero professionista non si gioca un posto di lavoro e una fama per provarci con una modella durante il servizio fotografico… bisogna però fare attenzione a quelli che si spacciano per fotoamatori e poi si presentano con una compatta di qualità inferiori ad un’usa e getta.
Una modella alle prime esperienze rischia parecchio se crede di poter correre per arrivare alle vette più alte, se aspira a cose infattibili, se crede che” dando” potrà ottenere, se aspira a diventare famosa potrebbe intraprendere le strade sbagliate e rimanere delusa. Attenzione alle liberatorie, spesso le foto vanno a finire nei posti in cui non dovrebbero e con le leggi che ci sono adesso, se non ci sono contratti o liberatorie è difficile potersi difendere, quindi ragazze, state attente!

Quanto conta la tua bellezza per raggiungere obiettivi importanti nella vita?

Penso che conti parecchio ma solo se è affiancata da altri attributi come ad esempio l’umiltà , la bravura e la professionalità.

Cosa ti spinge di più a fare esperienze come modella: la possibilità di buoni guadagni, o la volontà di essere ammirata, fotografata?

La possibilità di fare buoni guadagni indubbiamente ma anche la volontà di avere soddisfazioni quale la pubblicazione su una rivista, ad esempio ho fatto qualche lavoro non pagato perché mi dava la possibilità di essere pubblicata, oppure fotografata da fotografi che ammiravo parecchio, quindi entrambe le cose credo.

Qual è lo stile fotografico che ti piace di più?

Il glamour, quello elegante che sa essere sexy ma mai volgare.

Glamour, lingerie, trasparenze, nudo artistico: questi generi ti spaventano, o sei pronta ad affrontarli?

Non mi spaventa nulla, in 5 anni ho affrontato qualsiasi genere fotografico senza alcun problema, anzi con la massima disinibizione.

Hai mai ricevuto proposte da qualche importante fotografo per posare in scatti ad “alta sensualità”?

Certo, più di una volta.

Qual è, se esiste, il limite della pudicizia, secondo te?

E’ soggettivo, per alcuni può essere poco pudico posare in lingerie, per altri il pudore non esiste. Mi riferisco anche a chi guarda. Per me è impudico l’essere chi non si è, la volgarità, il cattivo gusto, questo è impudico. Ci può essere immoralità in una foto di una ragazza semivestita con sguardi volgari, pose troppo maliziose, come ci può essere candore in una foto di una donna completamente nuda con aria soave e corpo non troppo in mostra. Penso che sia questa la cosa più difficile per chi posa, distinguere questo limite e se possibile, non valicarlo.

Come si abbina il lavoro di modella con la tua vita privata?

Riesci a conciliare amicizia, amore con i tuoi impegni davanti a una macchina fotografica? Si abbina abbastanza bene, basta focalizzare le proprie priorità e difenderle, senza dare troppo o poco spazio ad una cosa piuttosto che all’altra.

C’è un messaggio che vorresti fare trasparire assolutamente a chi ti ammira, conoscendoti solo attraverso l’immagine delle tue foto?

Sì, ce ne sono cose che vorrei dire ai miei “ammiratori”. Forse è insolente da parte mia dire di avere degli ammiratori, ma in realtà sono molte le persone che da anni, dai tempi del clarendario del 2005, mi seguono e ogni tanto mi scrivono anche. E la cosa mi fa veramente piacere anche se a volte credono che io sia una meraviglia del creato che non mi sento assolutamente! Sono una ragazza assolutamente normale anche se gioco a fare la Vamp nelle mie foto, una ragazza normale con la cellulite che hanno tutte, che con i tacchi da 13 cerca di tamponare il suo metro e sessanta e piena di paranoie che si hanno a 24 anni… quindi trattatemi per quella che sono,come la ragazza della porta accanto, altrimenti rischierei di montarmi davvero la testa! Oh però se potete, non venite a chiedermi i limoni ogni sera :D

Approfondiamo un po’ la tua conoscenza, ti va?

Certo, sono qui per questo! Ma poi perderò la mia nomina di ragazza misteriosa :)

Gioie e dolori della tua vita: qual è la cosa che ti riguarda che cambieresti al volo, e quella invece a cui non rinunceresti mai?

Cambierei parecchie cose a freddo… poi pensandoci se cambiassi quelle cose, probabilmente non avrei percorso il sentiero che mi ha portato fin qui, ad avere le cose che ho e che ho fatto… Una cosa non cambierei mai, mia figlia Sveva che partorii all’età di 22 anni e che adesso ha quindi 2 anni. Lei si che è davvero una meraviglia del creato.

Come definiresti il tuo carattere?

Sonja è questa… solare, impulsiva, leggermente pazza, amante della vita, amante del sapere, odia l’ignoranza e cerca di fare di tutto (nel limite) per esserlo il meno possibile…Ama la natura, odia dormire troppo, ama il sole, il mare e tutti i luoghi in cui c’è acqua , gli animali, ama cucinare e disegnare e tutto ciò in cui ci va creatività. Adesso viene il brutto: i lati negativi. Bhè…potrei ometterli ma dimenticavo di dire che sono da sempre umile ed onesta, quindi in realtà….NON HO LATI NEGATIVI :D Sono buonisssssima.

Com'è l'anima di una modella? Elegante, esibizionista, provocatrice, o che altro?

Tutto, elegante, di classe, provocatrice, maliziosa, esibizionista soprattutto. Una modella deve amare se stessa fisicamente, altrimenti non potrebbe neanche cercare di piacere agli altri. Dev’essere determinata, deve sapere sfidare l’obiettivo.

Fin dove saresti disposta ad arrivare, per raggiungere i tuoi obbiettivi professionali? C'è un limite, o ritieni che i limiti siano per chi non è pronto al successo?

I limiti ci sono eccome, quelli che ognuno si premette, ma devono comunque esserci secondo me, altrimenti si rischia di fare male a se stessi e agli altri. Penso che il rispetto sia un limite e questo vale a dire anche rispetto per se stessi. Io personalmente non potrei guardarmi allo specchio se ritenessi di essere riuscita ad avere una cosa, dando in cambio qualcosa di troppo… eppure purtroppo c’è gente che lo fa e il più delle volte non ottiene nulla…

Come ti relazioni col tuo corpo? Si dice che le modelle siano le prime severe critiche di se stesse…

E’ verissimo! Almeno per me! A volte mi adoro e a volte penso di non meritare tutti i complimenti che mi fanno sui set. Penso di avere una quintalata di cellulite, di essere poco più alta di una sedia e di avere una pelle orrenda. Non amo il mio naso e penso che il mio sedere sia troppo grosso rispetto al seno che potrebbe fare invidia solo a una ragazzina di 10 anni. A volte invece non riesco a fare a meno di guardarmi e di pensare che alla fine, per essere anche mamma non sto proprio messa male.

Qual è la parte del tuo corpo che ti piace di più, e perchè?

Il ventre. Lo trovo molto tonico, piatto e scolpito. Poi mi piacciono i miei occhi che nonostante siano di un verde marcio a volte sanno fare degli sguardi che io stessa mi scioglierei :D

E quella che ti piace meno?

Mmm…. Tutto Il resto?

Una qualità che le tue colleghe t'invidiano, e una che tu invidi a loro.
Io invidio il seno a chi lo ha e l’altezza. Di quello che le altre invidiano non ne sono a conoscenza, anche perché conosco sempre più ragazze che tendono ad apprezzare troppo se’ stesse sminuendo le altre e questo lo trovo poco ortodosso.

C'è qualcosa del tuo percorso professionale che non rifaresti o che affronteresti in maniera differente?

Sì, le proposte serie che mi sono state fatte che comportavano spostamenti o soggiorni che all’epoca ritenevo di non fare. Tornassi indietro accetterei quelle proposte.

Un film, un libro e un disco che, al momento, ti rappresentano.

Un film, L’ultimo bacio.

A tuo parere, cos'apprezzano di più in te i tuoi ammiratori?

La mia umiltà, il mio saper ascoltare, la mia simpatia e la mia positività.

Ci diresti qualcosa di te che ancora nessuno immagina? Una dichiarazione in esclusiva, insomma.

Sarò la prossima velina di striscia la notizia.
SCHERZO :D

Riesci a instaurare rapporti migliori con gli uomini o con le donne?

Sicuramente con gli uomini, anche perché ci sono cresciuta assieme, ho fatto una scuola totalmente maschile che mi vedeva unica donna, ho fatto per 7 anni un lavoro maschile e lavoro tutt’ora con gli uomini, quindi per alcuni aspetti li ritengo migliori. Ho poche amiche perché non riesco subito ad instaurare un rapporto di fiducia, anche perché in passato sono stata seriamente ferita da quella che ritenevo la mia migliore amica e le ferite me le porto ancora dietro.

Classico “giochino”. Ordina queste caratteristiche secondo le priorità della tua vita: Amore, Carriera, Amicizia, Soldi, Sesso, Bellezza.

Cavolo questa è difficile… Amore, Soldi, Carriera, Bellezza, Sesso, Amicizia.
E farò di più, giustifico anche le mie scelte! Amore perché secondo me, che sia per un’uomo o per i figli, è la cosa a cui non si può rinunciare. Soldi perché odio le ipocrisie di chi li mette all’ultimo posto…ve lo dice chi guadagna due lire e ha un mutuo che è cento euro in meno del suo stipendio, che ha una figlia a cui non può e non deve mancare nulla e che rinuncia al ristorante e divertimenti vari da un’anno, al cinema da 3 e mezzo.
Carriera perché è molto importante per ottenere la felicità essere soddisfatti lavorativamente.
Bellezza perché è importante ma bisogna avere altre doti per poterne fare un pregio davvero
Sesso in penultimo posto…perché ci sono altre priorità in un rapporto, penso che sia automatico se c’è l’amore (che infatti è in primis) , il problema è che se non c’è l’amore il sesso secondo me non ha alcun senso.
Amicizia per ultimo perché penso che della persona che si ama si possa fare anche un’amico, quindi tutto il resto delle amicizie che vanno e vengono non contano poi molto. Sarà che sono rimasta un po’ delusa dalle mie amicizie in genere, ma penso che si possa andare tranquillamente avanti anche senza amiche… L’amicizia era in una scala primaria per me, parecchi anni fa.

Qual è il tuo più grande sogno, personale o professionale?

Poter essere stimata come persona, poter fare in qualche modo la differenza.

Come deve essere il tuo uomo ideale? L'hai già trovato o resta ancora un'aspirazione?

Il mio uomo ideale dev’essere fedele, deve saper ascoltare, consigliare , capire, aiutare e sapersi rendere conto degli sbagli che fa, sapendo chiedere scusa di conseguenza. Quindi: l’uomo ideale non esiste, ho smesso da un po’ di credere alle favole. Sono sposata da 3 anni a ottobre e penso che l’amore non tenga conto del fatto che si provino dei sentimenti per la persona IDEALE, ci si può innamorare anche della persona meno indicata per noi, con tutti i difetti del mondo, e anche se questi dapprima non pesano, poi peseranno. Il segreto è saper accettare e capire che l’amore o il matrimonio non è una guerra a chi ha più orgoglio. E’ un sapersi accettare a vicenda…

Se vuoi, fai una dedica ai nostri lettori...

A tutti i lettori di questo splendido sito un caro e affettuoso saluto da Sonja C fine art model.

-------

Per approfondire: http://www.sonja-c.com/

4 commenti:

VINCENZO MARINO ha detto...

FORZA SO'....SPACCA TUTTO!!UN BACIO VINCENZO

sonja c ha detto...

ciao vicky!!
Un bacio a te! Dalla tua vecchia amica "di vacanza" ci rivediamo presto!!

Anonimo ha detto...

Complimenti, Gran Bella Donna...
Mi aspetto il cod. dell'album PVT su Chatta.it.

Saluti

Pairo

Anonimo ha detto...

bella e mai volgare