martedì 31 marzo 2009

La modella della settimana: Meriem (Morgana)













La modella della settimana è Morgana, e vi consigliamo di non perdere la sua intervista, perchè è una di quelle che piacciono a noi: intense, sincere, senza censure.
La dimostrazione che a volte la bellezza (che c'è tutta, come vedete dalle foto), non è tutto!
- - -
Benvenuta su “Sotto i Riflettori”! Spero che la nostra lunga intervista ti faccia piacere…Una domanda banale per iniziare: come stai?

Beh sono appena arrivata a casa dall'università, un pò stanca ma felice :)

Ci vuoi spiegare come è nata la tua attività di fotomodella, e da quanto tempo te ne occupi?

Come fotomodella ho inziato a 16 anni per una pubblicità su un giornale locale (Il Giornale di Vicenza), come gioco, poi ho ripreso verso i 19 per pagarmi gli studi universitari (sono indipendente al 100%) a causa degli orari dell'università e i corsi a frequenza obbligatoria, posso lavorare pochi giorni a settimana, e questo lavoro è molto "libero". Inoltre mia mamma è una ex modella indossatrice (ha posato anche per Vogue) quindi l'attività è di famiglia!

Cosa fai invece nella vita di tutti i giorni?

Nella vita di tutti i giorni sono una normale studentessa di belle arti, un pò "sfigata" e sbadata, tutt'altro che sicura di quello che faccio come quando sono negli studi fotografici!

Qual è la più grande soddisfazione artistica che hai avuto finora?

Di soddisfazioni artistiche ne ho avute abbastanza, sia come modella che ballerina, ma se devo essere sincera, la mia soddisfazione più grande è stata quando una mia amica (io non ho partecipato) ha vinto un concorso nazionale anti anoressia organizzato da una nota rete televisiva, l'ho introdotta io in questo lavoro e vederla in tv mi ha soddisfatta più di ogni altra cosa, sono felicissima per lei.

Ricordi la prima volta che hai posato? Qual'era il tuo stato d'animo?

La prima volta che ho posato avevo 16 anni, mia mamma era riuscita a farmi posare per una pubblicità (non mi ricordo di cosa, che peccato!), e sinceramente ero imbarazzatissima! Non sopportavo quando qualcuno mi faceva delle foto, mi nascondevo, che ironia!

Hai anche qualche rimpianto, o ritieni di aver colto tutte le migliori occasioni che finora ti si sono presentate?

Sono dell'idea che sia meglio avere rimorsi che rimpianti, quindi ogni occasione che ho avuto è stata colta al volo.

Oltre alla moda, ti piacerebbe sperimentare qualche altro campo artistico? (cinema, TV, musica, teatro etc etc)

Ho sperimentato, oltre alla moda, qualche comparsa in programmi tv (sia come ballerina che indossatrice di capi fatti a mano) e devo dire che mi sono divertita molto, non ho mai provato il cinema ma ritengo di avere una buona capacità di recitare, e non si sa mai nella vita che possa provare anche quello!

Sapresti dirmi, più o meno, quante proposte di lavoro ricevi in un mese?

Il lavoro varia molto per una modella non iscritta in agenzie (la maggior parte delle quali chiede sempre una percentuale sul guadagno, e io sono la manager di me stessa, non ho bisogno di nessuno) in genere partono dalle 6 alle 15 proposte mensili, inoltre non lavoro più di cosi perchè non potrei seguire i corsi universitari, devo dire comunque che negli ultimi due mesi la crisi si è sentita un pò anche in questo campo.

Cosa ne pensi di Internet come mezzo per proporti e per trovare lavoro in questo settore?

Internet in questo lavoro è fondamentale, sopratutto se non sei di Milano, accorcia le distanze e velocizza i tempi.

Quali rischi corre una modella alle prime esperienze? È vero che “là fuori” ci sono un sacco di persone poco raccomandabili?

Su questo punto avrei fiumi di parole da scrivere. Una modella "stupida" e alle prime armi non sa come comportarsi davanti a certi maiali che si incontrano, devo dire che sono uomini frustrati e senza orgoglio che prendono le modelle per prostitute di lusso, convinti che per cifre alte andrebbero a letto con loro (o, avvolte, propongono cose anche più strane!!). Questa in parte è colpa di questi esseri ricchi nel portafoglio e poveri nell'anima, in parte è colpa di certe modelle che danno modo a questi sporchi signori di pensare, svendendo il loro corpo, che tutte siano disposte a farlo.

Quanto conta la tua bellezza per raggiungere obiettivi importanti nella vita?

Purtroppo si vive in un mondo superficiale e crudele, oltre nel mondo della fotografia, non nego che la bellezza sia uno degli elementi che aiutano molto, dalle cose più stupide, come l'essere simpatica a qualcuno che ti fa lo sconto in un negozio, all'essere assunta come hostess che oltre alla conoscenza delle lingue (nel mio caso, francese ed inglese) deve essere di bella presenza, perchè nelle trattative dei contratti tra clienti in cui si deve tradurre le due parti, un sorriso piacevole e una pelle curata danno un'impressione migliore che brufoli e occhiali a fondo di bottiglia.

Cosa ti spinge di più a fare esperienze come modella: la possibilità di buoni guadagni, o la volontà di essere ammirata, fotografata?

Non sono una persona estremamente esibizionista e non mi sono mai ritenuta bella, anzi guardandomi allo specchio, a parte pochi elementi che mi piacciono, trovo solo difetti, quindi non l'ho mai fatto per essere ammirata, ma solo per avere modo di pagarmi gli studi per poter avere un lavoro "vero", nel senso che questo lavoro non si basa sul cervello ma su cose che durano poco come l'aspetto fisico, e a 40 anni non avrò più lo stesso viso di adesso.

Qual è lo stile fotografico che ti piace di più?

Mi piacciono molto il nudo artistico e le trasparenze, ma il mio preferito è sicuramente il Gothic o Dark, poco conosciuto ma davvero molto particolare!

Glamour, lingerie, trasparenze, nudo artistico: questi generi ti spaventano, o sei pronta ad affrontarli?

Come ho detto, non ho nessun problema neppure per il nudo artistico, essendo amante dell'altre e studentessa di belle arti, chi più di me potrebbe apprezzare questi generi?

Hai mai ricevuto proposte da qualche importante fotografo per posare in scatti ad “alta sensualità”?

Si, in particolare per il sito http://www.metart.com/ ma non è genere che apprezzo particolarmente (per usare un eufemismo)

Qual è, se esiste, il limite del pudore, secondo te?

Il limite del pudore varia da persona a persona, conosco delle ragazze che si vergognano ad apparire in costume da bagno, mentre qualche ragazza che non ha problemi a spogliarsi davanti a chiunque. Il limite sta nel modo di porsi, il pudore è spesso associato alla volgarità e alla nudità, ma una donna vestita dalla testa ai piedi che si comporta come una poco di buono risulta molto più volgare di una ragazza totalmente nuda ma che ha classe.

Come si abbina il lavoro di modella con la tua vita privata? Riesci a conciliare amicizia, amore con i tuoi impegni davanti a una macchina fotografica?

Ho il ragazzo da quasi 5 anni e lui sa benissimo che faccio la modella, anzi è appassionato di fotografia come me, mentre le amicizie che ho le coltivo all'università durante la settimana, e nel week end quando torno nella mia città natale, riesco bene a conciliare tutto, avvolte non ci si vede, ma si recupera il giorno dopo! Sono tutti molti interessati riguardo al mio lavoro.

C’è un messaggio che vorresti fare trasparire assolutamente a chi ti ammira, conoscendoti solo attraverso l’immagine delle tue foto?

Beh, il messaggio principale è che tutti possono farcela da soli, io me la cavo fin da quando ho 18 anni senza chiedere niente a nessuno, e soprattutto non tutte le modelle sono stupide e scortesi, anzi ho conosciuto moltissime ragazze che come me lavorano e studiano, le bellezza non è sempre associata a stupidità, è invece stupido chi crede questo.

Gioie e dolori della tua vita: qual è la cosa che ti riguarda che cambieresti al volo, e quella invece a cui non rinunceresti mai?

Non mi piace parlare della mia vita privata, che è stata abbastanza pesante e difficile, non cambierei niente di tutto quello che ho passato, sia delle cose brutte, che sono la maggior parte, sia delle poche cose belle, perchè se cambiassi qualcosa non potrei diventare quello che sono. E non è una frase fatta, lo penso davvero.

Come definiresti il tuo carattere?

Ho un brutto carattere. Non sono permalosa o viziata, tutt'altro, non sopporto questo tipo di persone. Sono autoritaria, ferma, decisa, sincera senza guardare in faccia a nessuno e non ho paura di niente. Questo nella vita mi ha portato avvolte a predere qualche amicizia (che poi non era questa grande amicizia) e a far arrabbiare tante persone. Ma non mi importa, io dico in faccia le cose a tutti, senza cadere nella volgarità o nell'offesa, ma a quanto pare la sincerità è presa come offesa, principalmente dagli ipocriti.

Com'è l'anima di una modella? Elegante, esibizionista, provocatrice, o che altro?

Per quanto riguarda la mia persona, mi definirei elegante e profonda.

Fin dove saresti disposta ad arrivare, per raggiungere i tuoi obbiettivi professionali? C'è un limite, o ritieni che i limiti siano per chi non è pronto al successo?

Non ricerco il successo a tutti i costi, ho ricevuto avvolte proposte indecenti in cambio di favori nel campo dello spettacolo, ma non do un prezzo al mio corpo e ho denunciato chi si è permesso di cercare di corrompermi.

Come ti relazioni col tuo corpo? Si dice che le modelle siano le prime severe critiche di se stesse…

E' vero, sono profondamente critica del mio corpo e non mi vedo mai bella in quello che realizzo, mi piacciono molto i miei occhi, il mio seno e le caviglie sottili, ma cambierei tutto il resto!

Qual è la parte del tuo corpo che ti piace di più, e perchè?

Amo molto i miei occhi perchè trovo che abbiano un bel taglio e non siano ne troppo vicini ne troppo lontani, oppure il mio seno, ho una quarta naturale molto soda, e questo mi piace molto.

Una qualità che le tue amiche t'invidiano, e una che tu invidi a loro.

Mi invidiano la fermezza e il coraggio, il mio modo di pormi davanti alle situazioni critiche, mentre io invidio il loro modo di porsi con le persone risultando sempre simpatiche e rilassate, avvolte con le persone mi sento in imbarazzo, come ho detto, un pò "sfigata".

Qual'è qualcosa del tuo percorso di vita che non rifaresti o che affronteresti in maniera differente?

Ho sempre affrontato tutto con gli occhi di una persona matura fin da quando ero adolescente, mi ritengo molto più matura di certe persone di mezza età, sono le esperienze a far crescere e non l'età, quindi non ho niente da cambiare per quanto mi riguarda.

Un film, un libro e un disco che, al momento, ti rappresentano.

Un particolare CD mi ha accompagnata dai miei 14 anni (ora ne ho 20) e ancora mi accompagna, "Fallen" degli Evanescence, rappresenta molto i paradossi della mia persona e la mia anima dark. Non ho mai seguito la musica superficiale da discoteca o pop.

A tuo parere, cos'apprezzano di più in te i tuoi ammiratori?

Credo la sincerità, e il mio modo di pormi, sempre ben educato ma senza essere ipocrita.

Ci diresti qualcosa di te che ancora nessuno immagina? Una dichiarazione in esclusiva, insomma.

Accidenti questo è difficile..non nascondo niente alle persone, non saprei proprio cosa dire mi dispiace

Riesci a instaurare rapporti migliori con gli uomini o con le donne?

Direi con le donne, non ho una grande passione per le amicizie maschili, alla fine ci provano sempre oppure la maggior parte di loro a quest'età è abbastanza volgare.

Classico “giochino”. Ordina queste caratteristiche secondo le priorità della tua vita: Amore, Carriera, Amicizia, Soldi, Sesso, Bellezza.

Difficile rispondere! Amore, Amicizia, e le altre le metto sullo stesso piano..

Qual è il tuo più grande sogno, personale o professionale?

Vorrei diventare un artista affermato, poi devo ancora decidere se in pittura o nell'ambito dello spettacolo, mi piacerebbe di più nel primo caso, visto che sono gli studi che sto intraprendendo adesso.

Come deve essere il tuo uomo ideale?

Il mio uomo ideale l'ho incontrato a 14 anni e stiamo insieme da quanto ne ho 16, mi ritengo fortunata perchè è bello, paziente e dolce, ha due anni in più di me e studia medicina, sono la sua prima vera ragazza e viviamo insieme. Sembra quasi un film.

Se vuoi, fai una dedica ai nostri lettori...

Un bacio a tutti!

- - - - -


Per contattarla: modelmorgana@hotmail.it

mercoledì 18 marzo 2009

La modella della settimana: Silvia D.







Eccovi l'intervista a Silvia D., padovana, la nostra modella della settimana, di cui vi trovate link ed email a fondo articolo.
Buona lettura!
- - - - -

Benvenuta su “Sotto i Riflettori”! Spero che la nostra lunga intervista ti faccia piacere…
Una domanda banale per iniziare: come stai?
E’ un momento particolare della mia vita, desidero raggiungere piene soddisfazioni in campo professionale e sentimentale anche se ammetto che non è semplice…

Ci vuoi spiegare come è nata la tua attività di fotomodella, e da quanto tempo te ne occupi?

Tutto è iniziato nel 2004 quando ho partecipato al concorso più importante d’Italia: Miss Italia classificandomi alle pre-finali a San Benedetto del Tronto con la fascia di “Miss moda mare Triumph Veneto”. Dopo questa favolosa e indimenticabile esperienza sono stata chiamata a parecchie sfilate, spot televisivi andati in onda in televisioni locali, valletta in un programma televisivo di un emittente della mia città , fotomodella per cataloghi, showroom e un calendario glamour.

Cosa fai invece nella vita di tutti i giorni?
La modella e molti casting…

Qual è la più grande soddisfazione artistica che hai avuto finora?
La modella per la finale dei Mondiali di calcio in Germania 2004 premiando con la coppa i calciatori della nazionale italiana... indimenticabile esperienza.

Ricordi la prima volta che hai posato? Qual'era il tuo stato d'animo?

Si, per un catalogo di pellicce... indescrivibile…

Hai anche qualche rimpianto, o ritieni di aver colto tutte le migliori occasioni che finora ti si sono presentate?

Non ho rimpianti, sono sicura di aver colto tutto nel giusto momento senza forzare troppo i tempi.

Oltre alla moda, ti piacerebbe sperimentare qualche altro campo artistico? (cinema, TV, musica, teatro etc etc)

Sì il mio sogno sarebbe quello di affiancare come valletta Gerry Scotti in un suo programma TV!Il personaggio televisivo che adoro…

Sapresti dirmi, più o meno, quante proposte di lavoro ricevi in un mese?

Dipende dal periodo, comunque un boun numero. Il più delle volte vengo richiesta per servizi fotografici e come indossatrice.

Cosa ne pensi di Internet come mezzo per proporti e per trovare lavoro in questo settore?

Trovo che sia uno strumento da utilizzare il più possibile, è in grado di darti molta visibilità... è un passaparola mondiale! È da poco piu’ di 3 mesi che ho aperto il mio sito internet personale e sto avendo contatti di lavoro da aziende e case di moda interessanti.

Quali rischi corre una modella alle prime esperienze? È vero che “là fuori” ci sono un sacco di persone poco raccomandabili?

Una ragazza alle prime armi rischia di finire in un brutto ambiente se non ha un carattere piuttosto forte e deciso. Bisogna avere una gran considerazione di se stesse e non buttarsi via. Per mia fortuna ho sempre avuto l’occasione di lavorare con professionisti che hanno sempre saputo tirar fuori il meglio di me.

Quanto conta la tua bellezza per raggiungere obiettivi importanti nella vita?
La bellezza è sicuramente importante in questo ambiente ma ci sono migliaia di ragazze bellissime e quindi bisogna per forza avere una grande determinazione ed essere intelligenti a valutare bene ogni proposta.

Cosa ti spinge di più a fare esperienze come modella: la possibilità di buoni guadagni, o la volontà di essere ammirata, fotografata?

Sicuramente i guadagni sono molto buoni ma il motivo per cui sono sempre stata attirata da questo mondo patinato è il senso dello stile,delle ultime tendenze che ho sempre sentito forte dentro di me. Ovviamente non nascondo nemmeno che adoro essere fotografata.

Qual è lo stile fotografico che ti piace di più?

Glamour, è uno stile davvero bello… sempre che non si cada nella volgarità!

Glamour, lingerie, trasparenze, nudo artistico: questi generi ti spaventano, o sei pronta ad affrontarli?

Glamour a lingerie non mi spaventa perché mi piace.. Per gli altri non sono spaventata ma non li farei mai, non mi piace vedere la mia immagine in foto del genere... se non per un progetto aziendale considerevole.

Hai mai ricevuto proposte da qualche importante fotografo per posare in scatti ad “alta sensualità”?

Sì ma ho rinunciato..

Qual è, se esiste, il limite del pudore, secondo te?

Ho ricevuto proposte piccanti da persone conosciute per grossi lavori, ma ho rifiutato. I miei valori sono stati più forti…

Come si abbina il lavoro di modella con la tua vita privata? Riesci a conciliare amicizia, amore con i tuoi impegni davanti a una macchina fotografica?

Questo lavoro non è accettato facilmente.
Amicizie ne ho poche proprio per questo. Amiche rare e spesso anche loro sono modelle.
Le ragazze ti invidiano e i ragazzi vogliono solo una cosa. Anche in amore è difficile, spesso sono delusioni... ma con la volontà si ottiene tutto.

C’è un messaggio che vorresti fare trasparire assolutamente a chi ti ammira, conoscendoti solo attraverso l’immagine delle tue foto?
Che sono una donna molto particolare ma con dei valori che ormai sono difficili da trovare...

Approfondiamo un po’ la tua conoscenza, ti va?
Ok... pronta!

Gioie e dolori della tua vita: qual è la cosa che ti riguarda che cambieresti al volo, e quella invece a cui non rinunceresti mai?

Del mio lavoro mi piace un po’ tutto. Cambierei solo il fatto che spessissimo sei contattata per lavori all’ultimo minuto e non sai quante volte ho dovuto cambiare programmi..

Come definiresti il tuo carattere?

Ho un carattere molto altalenante. Passo momenti molto solari e positivi intervallati da giornate di pessimismo. Sono inoltre testarda, ma anche schietta e sincera. Adoro le sorprese...

Com'è l'anima di una modella? Elegante, esibizionista, provocatrice, o che altro?

Per quel che mi riguarda è un animo nobile, elegante.

Fin dove saresti disposta ad arrivare, per raggiungere i tuoi obbiettivi professionali? C'è un limite, o ritieni che i limiti siano per chi non è pronto al successo?

Mi fa paura non avere un limite nella vita, senza di quello si rischia di perdere il controllo. Cercherò di raggiungere ciò che voglio grazie alle mie qualità e alla mia professionalità nulla di più.

Come ti relazioni col tuo corpo? Si dice che le modelle siano le prime severe critiche di se stesse…

Sono molto critica verso me stessa ma al tempo stesso so che la perfezione sarebbe fin troppo noiosa, quindi mi accetto per come sono..sono molto soddisfatta…

Qual è la parte del tuo corpo che ti piace di più, e perchè?
I miei occhi profondi…

Una qualità che le tue amiche t'invidiano, e una che tu invidi a loro.

Direi la mia eleganza e sensualità innata e la fortuna di mangiare come un camionista e non mettere su nemmeno un chilo non facendo attività fisica! In compenso vorrei avere una 5 cm di più in altezza. Adoro le gambe lunghe…

Qual'è qualcosa del tuo percorso di vita che non rifaresti o che affronteresti in maniera differente?

Si, gestire al meglio la mia libertà.

Un film, un libro e un disco che, al momento, ti rappresentano.

Sono un'appassionata di cinema e apprezzo parecchi film tra loro molto simili ma anche diversissimi. Amo i film di Cuccino e Carlo Verdone, ma anche i thriller rompicapo come Saw-l’enigmista. Divoro i libri di Moccia, sono una romanticona! L’ultimo disco acquistato è il Live a San Siro della fantastica Laura Pausini.

A tuo parere, cos'apprezzano di più in te i tuoi ammiratori?
Credo che di me si apprezzi la mia spontaneità e la mia dolcezza.

Ci diresti qualcosa di te che ancora nessuno immagina? Una dichiarazione in esclusiva, insomma.

Non posso... qualche mistero deve rimanere altrimenti che gusto c’è :)

Riesci a instaurare rapporti migliori con gli uomini o con le donne?

Con le donne ho sempre avuto un rapporto conflittuale e di tremenda invidia. Le mie amiche donne le posso contare sulla punta di una mano tre quattro una del cuore.. Mi trovo molto meglio con l’universo maschile sia per consigli e idee.

Classico “giochino”. Ordina queste caratteristiche secondo le priorità della tua vita: Amore, Carriera, Amicizia, Soldi, Sesso, Bellezza.
Al primo posto piazzo senza dubbio l’amore segue la carriera, soldi, sesso, bellezza, amicizia.

Qual è il tuo più grande sogno, personale o professionale?
Professionale, sentirmi una donna realizzata continuare a fare questo lavoro avendo tante soddisfazioni. Nella vita, spero un giorno di poter avere una bella famiglia come quella che mi hanno dato i miei genitori.

Come deve essere il tuo uomo ideale?

Il mio uomo deve avere un animo dolce, gentile che mi vizi di coccole e amore e soprattutto che creda in me e nei miei progetti di vita con lui… Sì cè una persona ma l’ho messo alla prova e se leggerà quest’intervista capirà di che stò parlando…

Se vuoi, fai una dedica ai nostri lettori...

Cari lettori di sotto i Riflettori, chissà che questa intervista mi porti fortuna un saluto e un abbraccio. Silvia.
- - -
Il sito di Silvia: www.silviad.it
Per contattarla: silvy_model@libero.it

giovedì 12 marzo 2009

Paola Iezzi, sexy esibizione live!


Paola Iezzi sta promuovendo il suo EP “Alone” con intelligenza e simpatia, senza rinunciare a quella sensualità che tanta fortuna aveva portato al duo Paola&Chiara ai tempi di Kamasutra.
Il sito Affaritaliani racconta che lo scorso 31 gennaio, al Gorgeous I am di Roma la cantante ha fatto appello proprio alle sue doti più nascosti per convincere i fans ad acquistare il cd: ha mostrato un seno con sopra un cuore.
Pubblico in visibilio, ovviamente, mentre Paola ha rivelato così che tra le due sorelle quella più esibizionista è proprio lei, e probabilmente ha spinto Chiara a osare interpretando video piuttosto forti come quello di Kamasutra.

lunedì 9 marzo 2009

Intervista ad Ania: il trionfo a Sanremo e tutto il resto









Ania è già passata da queste parti... ricordate? Allora si parlava dei problemi di chi fa musica, cercando di imporsi in un mondo complicato e competitivo. E' trascorso un po' di tempo e intanto Ania ha partecipato a Sanremofestival.59, vincendolo con la canzone "Buongiorno gente!".
Un premio importante che ci auguriamo possa essere il trampolino di lancio che questa ragazza merita.
Noi italiani abbiamo spesso il vizio di essere esterofili e facili da manipolare da "prodotti" imposti dallo show business. Siamo pronti a idolatrare il "mister X" (dove la X non è casuale) sbucato dall'ennesimo reality, gente senza né arte né parte, ma costruita da esperti di settore. E ci dimentichiamo di chi la gavetta la fa, di chi studia la propria arte.
Speriamo pian piano di svegliarci un po' tutti.
Vogliamo più Ania e meno Mister X.
La pensate come noi?
- - -
Ciao Ania, è un piacere ritrovarti a distanza di qualche mese! Come stai?
Ciao e bentrovati !!! Sto bene, grazie.

Sei da poco reduce dalla bella esperienza di Sanremofestival.59, dove hai trionfato con la tua “Buongiorno gente”. Sei soddisfatta o avresti preferito comunque la vetrina del Sanremo “tradizionale”?
No anzi! sono contentissima di essere la prima vincitrice assoluta di questa nuova e importante categoria del festival di sanremo che per la prima volta nella storia si apre al mondo di internet.

Ora che la kermesse canora è finita possiamo abbandonare il politicamente corretto: come giudichi la qualità del Sanremo 2009?
Pare che, come al solito, siano poche le canzoni realmente vendibili sul mercato. Secondo me... una cosa è la qualità e una cosa è la vendibilità. Di canzoni belle quest'anno a Sanremo ce ne sono state soprattutto tra le nuove proposte. Infatti peccato che hanno diminuito gli spazi a soli 8 cantanti nuovi. Per quanto riguarda lo spettacolo, lo show,nulla da dire... si sentiva il divertimento e l'allegria sul palco e anche dietro le quinte.

Alcuni esperti oramai prevedono un sorpasso dei talent show come X-Factor rispetto alla formula sanremense. Che ne pensi di questi reality? Sono vere occasioni o si rischia di lanciare dei dilettanti allo sbaraglio?
I talenti ben vengano, da qualunque parte giungano. Però la tv e i talent show non devono essere gli unici fornitori di nuove leve musicali; oggi sembra che se non fai un talent show non hai alcuna possibilità e invece esiste la gavetta, gli studi, i sacrifici... i garage... le band che si fanno le ossa nei locali... Se ti fai questa gavetta magari arrivi al successo piu forte e pronto a sopportare le gioie e i dolori che ti porta questo mestiere.

I giovani cantanti italiani possono ancora sperare di vivere con la loro musica, oppure è oramai un privilegio concesso solo ai big?
Bella domanda, e mi viene voglia di risponderti in modo negativo. Purtroppo è diventato davvero difficile cominciare a vivere di musica, ma non posso e non voglio credere che cio non sia più possibile perchè la musica ha bisogno di rigenerazione, di cambio generazionale, di novità e quindi forza giovani!

Dai feedback che riceviamo dai nostri lettori risulta sempre più evidente che, per quanto riguarda le cantanti, un look più sexy e aggressivo riesce ad attrarre ampie fette di pubblico. E non è detto che un interesse meramente fisico non si traduca poi anche in una vendita maggiore di dischi. Come ti poni davanti a questa questione?
Questa è una cosa che riscontro piu in altri paesi, tipo negli Stati Uniti, che qui da noi (e direi per fortuna). Basta vedere il successo di Arisa quest'anno... Per fortuna qui guardiamo ancora ai contenuti... almeno credo e spero.

Le grandi case discografiche sono in crisi. Quelle piccole faticano a emergere. Le autoproduzioni sono sempre un azzardo. Qual è la via che preferisci tu?
Bè... l'idillio sarebbe una grande case discografiche che per di piu crede determinatamente in te! Ma anche un'indipendente che lavora seriamente e credendoci oggi è oro.

Progetti a breve-medio termine?
Promozione di "Nuda" e "Buongiorno Gente", un tour che presto partirà in tutta Italia, la mia lotta contro la pena di morte con Amnesty International di cui sono testimonial, e, per prima cosa, scrivere e dare l'anima a nuove canzoni pensando ad un terzo album....


Un augurio che vorresti rivolgere a chi ama la vera musica italiana.
Cercare la buona musica con le proprie orecchie, non abituarsi a quello che ci viene imposto, seguire cio che davvero fa battere il cuore ma soprattutto AMARE LA MUSICA, NON SCARICARLA GRATUITAMENTE, perchè è un furto, uno sfregio alla sua bellezza e al lavoro di tante persone, un vero peccato!
- - -
Il sito ufficiale di Ania: http://www.aniaworld.it/

sabato 7 marzo 2009

La modella della settimana: Riae (Suicide Girl)



Con l'intervista a Riae concludiamo questo nostro primo "special" dedicato alle Suicide Girls, le più trasgressive e ricercate modelle alternative del web. 
Riae ne è una rappresentante più che degna, con una carica di sensualità "punk-rock" che non passa di certo inosservata.
Fateci sapere se avete apprezzato questo nostro excursus: non è detto che non si possa replicarlo, magari anche presto. 
Ma ora passiamo a Riae, una ragazza che ha risposto con totale sincerità a ogni nostra domanda, dimenticandosi il "politicamente corretto" e la demagogia. Se tutte le nostre interviste fossero così, giubileremmo molto più spesso :)

- - -

Benvenuta su “Sotto i Riflettori”! Spero che la nostra lunga intervista ti faccia piacere…

Certo…  credo che mi divertirò molto a rispondere alle vostre domande. 

Una domanda banale per iniziare: come stai?

Nell’insieme bene, ho solo la tosse e l’influenza. Io sono perennemente malata 


Veniamo al dunque: tu sei una della cercatissime “Suicide Girls”. Puoi dirci in cosa consiste esattamente?

Una Suicide Girl è una modella del sito www.suicidegirls.com. Questa è la spiegazione più semplice. Ma essere una Suicide Girl è molto di più che fare set fotografici per un sito soft porno. È avere la consapevolezza di essere perfette così come si è, anche con un pò di cellulite o con qualche kilo di troppo. Però una cosa che vorrei precisare è che questo è un sito  softcore in cui ci sono foto che rappresentano la “bellezza alternativa”, ma ciò non significa che chiunque possa diventare una Suicide Girl.. bisogna avere qualche attitudine. 

Come sei diventata una Suicide Girl?

Sembra un po’ strana come cosa ma… me lo consigliò mio padre! :) Sulla rivista “Jack” che si occupa di telefonini, internet e cose varie c’era un articolo di 5 righe che parlava si Suicide Girl. Non specificava che le ragazze facevano le foto nude o che il sito fosse “per adulti”..Parlava solo di ragazze alternative, con capelli colorati e tatuaggi che partecipavano a tattoo convention  e serate  nei club. Allora mio padre mi consigliò di iscrivermi. Dopo 6 mesi ho compilato  il modulo sul sito e ho allegato 2 foto fatte con il cellulare. Poi ho fatto il mio primo set fotografico scattato da un mio amico e dopo 1 mese sono diventata Riae Suicide.

Essere “alternative” è una scelta di vita o un modo per farsi notare?
Ne una ne l’altra. Certo,vengo etichettata come alternativa perché ho i capelli colorati, i tatuaggi e le gonne corte come cinture (mmm… per quelle vengo etichettata in un'altra maniera :) ), ma io non mi sento alternativa. Odio le etichette. Io sono così perché mi piace essere cosi, non lo faccio per appartenere ad un gruppo o farmi notare... Amo i colori forti e i disegni sulla pelle. Se poi la gente mi nota, tanto meglio!

Cosa fai invece nella vita di tutti i giorni?

A parte passare ore e ore al pc per ora faccio ben poco. Mi occupo del mio corpo andando a correre ogni mattina per due ore e per il resto sto con i miei amici,gioco con la wii. Diciamo che faccio la nullafacente Da un pò di anni odio lavorare l’inverno. Vado il letargo! Ho la fortuna di abitare in Sardegna, che l’estate offre un sacco di opportunità lavorative anche ben pagate. 


Qual è la più grande soddisfazione artistica che hai avuto finora?

Ne ho avute tante… forse la più recente è stata vedere mio padre compare l’ultimo  cd di  J Ax perché dentro c’era una mia foto. So che una può sembrare stupida, ma per la gente di una piccola cittadina è una grande cosa avere la figlia  sulla copertina di un “artista famoso”.

Ricordi la prima volta che hai posato? Qual'era il tuo stato d'animo?

Non ero affatto intimidita dalla macchina fotografica. Forse perché per me stare nuda è una cosa naturalissima, nella mia famiglia non ci sono mai stati tabù e non vedo il nudo come una cosa sporca.. Mi sono divertita molto... anche se il fotografo continuava a  dirmi dovevo fare una faccia più “zoccolosa”. 

Oltre alla fotografia, ti piacerebbe sperimentare qualche altro campo artistico? (cinema, TV, musica, teatro etc etc)

Forse la musica, ma non ho la testa per suonare uno strumento musicale e non ho neanche grandi doti canore. Sto provando a fare la Dj. Mi piacerebbe anche provare con la tv… Che ne dite? Mi ci vedete bene sul trono di UOMINI E DONNE?? hahaha
 
Sapresti dirmi, più o meno, quante proposte di lavoro da modella ricevi in un mese?

Una decina… ma ne accetto pochissime. Non perché io sia pigra ma perché solitamente i fotografi NON pagano le spese del viaggio. Quindi valuto se la cosa mi può portare dei profitti o no. 

Cosa ne pensi di Internet come mezzo per proporti e per trovare lavoro in questo settore
Internet è un ottima vetrina!!! Grazie a internet anche noi modelle non professioniste possiamo proporci a fotografi, registi di video musicali, giornalisti :)

Quali rischi corre una modella alle prime esperienze? È vero che “là fuori” ci sono un sacco di persone poco raccomandabili?

Si… il mondo è pieno di MAIALI con una MACCHINA FOTOGRAFICA professionale. Però sta alla modella saper scegliere il fotografo con cui lavorare. Io ad esempio prima di lavorare con un fotografo cerco di guardare i suoi lavori e contattare le modelle per informarmi. E poi il consiglio è non presentarsi da sola, magari farsi accompagnare da un amica o il fidanzato. Fidarsi e bene, ma non fidarsi e meglio.

Quanto conta la tua bellezza per raggiungere obiettivi importanti nella vita? 

La mia bellezza poco :) Io non mi vedo bella. Particolare sì... dato che sono frutto di un mix tra una sarda e un irlandese. Cmq penso che la “bellezza” conti molto per raggiungere alcuni obiettivi, nel mio caso sia per le foto che per il mio lavoro “estivo”. Anche se la bellezza e soggettiva!

Cosa ti spinge di più a fare esperienze come modella: la possibilità di buoni guadagni, o la volontà di essere ammirata, fotografata?

La possibilità di buoni guadagni la escluderei almeno per quanto mi riguarda,forse più avanti un miracolo mi renderà una top model!  Per ora faccio la modella perché sono esibizionista e mi piace che la gente guardi le mie foto.

Perchè, a tuo parere, alcune aspiranti modelle pensano al nudo come a qualcosa di “sporco”? Dal canto nostro possiamo dire che, se è ben fatto, è davvero la forma d'arte fotografica più coinvolgente. Eppure molte (e molti) tendono a confonderlo con la pornografia.

Io non vedo sporca neanche la pornografia. Non c’e nulla di sporco se le persone sono consenzienti. Poi ognuno ha il proprio pensiero. Forse molte ragazze pensano che posare nude sia come svendersi,ho anche sentito dire “voi Suicide Girls fate vedere la patata perché non sapete fare  delle belle foto"… Per me posare nuda è naturale.

Qual è, se esiste, il limite del pudore, secondo te?

Dipende da persona a persona… tutto sta nella naturalità! 

Come si abbina il lavoro di modella con la tua vita privata? Riesci a conciliare amicizia, amore con i tuoi impegni davanti a una macchina fotografica?

Diciamo che tutto fila bene. Non è cosi complicata come cosa. Alla fine le mie amiche più o meno fanno le modelle e ciò è un bene perché non ci sono molte gelosie e ci si capisce di più, ci si consiglia, si parla anche dei fotografi L’amore… è un tasto dolente! Non che un ragazzo abbia mai fatto storie per il mio lavoro… MA perché proprio mancano i pretendenti!

Tatuaggi e piercing: cosa rappresentano per te? Qual è il tuo tatuaggio preferito e perchè?

Per me i tatuaggi e i piercing rispecchiano quello che sono… A parte 2 errori di gioventù sulla schiena che spero di coprire il prima possibile (tribale tamarro sul fondoschiena e “folletto” sulla spalla) il resto sono tutti di ispirazione cartoon. Non ho un tattoo preferito, forse quello che colpisce di più è la scritta “only for the dreamers” che ho sulla pancia. Mentre il mio ultimo arrivo è un cuore con gli spilli che mi copre il petto. Penso rappresenti benissimo il mio cuoricino :)

Come definiresti il tuo carattere?

Esibizionista, lunatica, e tanto tanto dolce!

Facciamo un po' di “outing”: facci i nomi delle tre Suicide Girl che trovi più affascinanti.

Il mio mito si è fatto archiviare 2 giorni fa :) si chiama “Pill” ed è italiana. Penso abbia fatto i set più geniali di tutto il sito. Mi piace molto anche “Manko” una suicide girl inglese e poi “Anna Lee” adoro il colore della sua pelle, le sue lentiggini e gli occhi!

Come ti relazioni col tuo corpo? Si dice che le modelle siano le prime severe critiche di se stesse…

Io mi piaccio. Forse se fossi stata un po’ più alta il mio fisico sarebbe un po’ più  slanciato. Ma non mi lamento, non faccio diete,mangio pane, pasta e nutella come se non ci fosse un domani. Sono burrosa, ma è questo quello che piace di me! BASTA CON 'STI STECCHI!

Qual è la parte del tuo corpo che ti piace di più, e perchè? Vietato dire “gli occhi”, perchè se la cavano tutte così! :-)

MA hai visto che occhioni ho??? Sono bellissimi!! Ma dato che gli occhi non valgono, direi il seno! Ho una quarta naturale  di cui vado fierissima.

E quella che ti piace meno?

Le gambe… non essendo alta sono un po’ corte e troppo muscolose.. 

C'è qualcosa del tuo percorso di vita che non rifaresti o che affronteresti in maniera differente?

No non ho rimpianti... tutto è andato bene... tutto è andato come volevo io!

A tuo parere, cos'apprezzano di più in te i tuoi ammiratori?

Fisicamente il seno e gli occhi! Caratterialmente forse il fatto di comportarmi come una ragazza normale. Rispondo alle mail e cerco di essere il più disponibile possibile.

Ci diresti qualcosa di te che ancora nessuno immagina? Una dichiarazione in esclusiva, insomma.

Alle medie ero parecchio bruttina. Un ragazzo di cui ero innamorata mi mise nel giubbotto una lettera in cui c’era scritto per 2 pagine “sei un mostro”,"sei un mostro", “sei un mostro”… 

Riesci a instaurare rapporti migliori con gli uomini o con le donne?

Prima solo con gli uomini. Da quando sono diventata una Suicide Girl invece ho trovato un sacco di amiche.

Una domanda insolita: qual è il libro che hai attualmente sul comodino, e quale canzone ascolti più spesso in questi giorni?

Il libro che sto leggendo ora è “gli incubi di Hazel” di Leander Deeny. E'  un racconto un pò grottesco, una specie di favola horror in cui le papere fumano e i cani sono fatti di legno. Per la canzone invece è complicato, sto ascoltando il nuovo cd dei “the killes” sono pop ma mi piacciono.

Qual è il tuo più grande sogno, personale o professionale?

Penso di aver realizzato quasi tutto quello che volevo… manca solo l’amore.

Come deve essere il tuo uomo ideale? L'hai già trovato o resta ancora un'aspirazione?

Ecco: ancora non l’ho trovato... Direi che di questi tempi se è fatto di carne e non ci devo mettere le batterie può già andare bene. Scherzo. Non ho un ideale, delle volte mi piace l’ingegnere composto, mentre altre volte mi piace il tipo tatuato con piercings e cappellino. Direi che nell’ultimo periodo preferisco il secondo tipo.

Se vuoi, fai una dedica ai nostri lettori...

SIATE QUELLO CHE VOLETE ESSERE!
- - -

Per approfondire:

martedì 3 marzo 2009

L'Aura a MusicArte 2009


MusicArte 2009 si propone come un festival interattivo, i cui protagonisti veri sono i fruitori stessi dell’iniziativa, messi a stretto contatto con affermati musicisti, scrittori, registi.
La formula del Progetto MusicArte è l’intermedialità, cioè il passaggio o attraversamento di una disciplina nell’altra. Il tema di fondo dell’iniziativa è quello del confronto tra diverse discipline, chiamando in causa autori già esperti nel cimentarsi in più ambiti creativi o addirittura mescolandoli, ma lo scopo più alto della rassegna è quello di cercare di contribuire a superare l’isolamento del singolo e spingerlo verso il confronto, mettendolo in contatto con più contesti artistici.

L'Aura, cantante e musicista eclettica, parteciperà a uno dei nove incontri previsti nel contesto del progetto. Il giorno 8 marzo 2009, ore 21.00, presso il Palazzo Comunale, Piazza Biraghi, 3 - Bovisio Masciago (MB), terrà un seminario sul potere curativo (e manipolativo) della musica.
In particolare affronterà tutto ciò che riguarda il lato spirituale e benefico della musica, proponendo un percorso che andrà dalle composizioni dell'antica Grecia, passando poi per le tradizioni celtiche, bretoni e di altre culture ancora, fino ad arrivare ai giorni nostri.
L'esposizione sarà intervallata dalla proposta di diversi estratti musicali in un'atmosfera del tutto magica ed evocativa.

L'ingresso è gratuito.

Siti di riferimento:

Il programma di MusicArte 2009 sulla rivista “Vorrei
Il sito di L'Aura (www.l-aura.com)

Aggiornamento:

Integriamo questo articolo segnalandovi l'intervista fatta a L'Aura dalla collega Annalisa Manguerra di ArticoliOnline.net, in merito al seminario, ma contentente anche alcune chicche sui prossimi progetti della nostra amica cantante! Non perdetela!

Giorgia Wurth impersonerà Cicciolina

Giorgia Wurth, una delle protagoniste di Ex di Fausto Brizzi, nonchè fidanzata del regista, sarà Cicciolina nella serie tv di Sky dedicata a Moana Pozzi. La Wurth, che nel suo curriculum può vantare anche il ruolo di "signorina buonasera" di Raitre, era stata in lizza fino all'ultimo momento per la parte della protagonista. Alla fine la spuntò Violante Placido. Ora Giorgia entra nel cast con la parte dell'ex pornostar e parlamentare. 

Giorgia, ora alla ribalta anche per la storia con il regista Brizzi che l'ha voluta nel suo Ex campione al botteghino, ha iniziato nel 1998 come conduttrice a Disney Channel. Poi l'esperienza dal 2003 al 2008 come annunciatrice Rai, un video con Biagio Antonacci e numerose apparizioni in teatro e nelle fiction televisive tra cui Il bene e il male e Un medico in famiglia

Vi ricordiamo anche l'intervista che le abbiamo fatto poco tempo fa: intervista a Giorgia Wurth