martedì 27 ottobre 2009

Intervista a Maria Remi





  • Ciao Maria! È un piacere incontrarti di nuovo. Com'è iniziata questa nuova stagione lavorativa?

    Giasou! (ciao in greco) Piacere mio…Ma non sono, come hai scritto sopra, “Dolce Remì”?! Sono Remi, come quelli della barca!!! La stagione è iniziata bene, si rema, si rema.

  • Puoi raccontarci in breve come sei arrivata a lavorare in televisione?

    Quando studiavo all’università, a tempo perso mi divertivo a fare casting. Ho girato diversi spot pubblicitari nazionali ed internazionali fino al mio primo casting per Telelombardia. Mi scelsero per un programma ma rifiutai. Poi mi richiamarono per Netcafé e fui scelta il giorno stesso del provino. Da qui iniziò una palestra e un’esperienza fantastica che mi ha permesso di scoprire un’inaspettata e intensa passione per la scrittura, grazie anche al mio maestro Gabriele Di Matteo. Così nacquero diverse collaborazioni come autrice in tv e radio.

  • Un piccolo passo indietro: dove sei stata di bello quest'estate?

    Piccolo passo?! Ormai…Sono stata nella disarmante penisola Calcidica nel nord-est della Grecia, vicino a Salonicco, dove ho la casa e mi rigenero ogni estate. Poi sono stata a Skiathos. Come scrivo nella biografia del mio blog: “Mi alletta l'idea di invecchiare come una Dea. Non mi va di "stare ca", andrei nella terra della moussaka. Sulla spiaggia a piedi nudi, dove i sentimenti non son crudi. Scrivere in una terra genuina senza l'aria che inquina, mirare le acque di Poseidone e ascoltare la sua infinita canzone.”

  • Possiamo chiederti con chi hai condiviso questo viaggio? :-)

    Con le persone che amo e quest’estate c’erano tutte, la mia famiglia, il mio fidanzato e i miei due migliori amici.

  • Nell'ambito delle TV locali, sei una delle ragazze più amate in assoluto. Cosa pensi che apprezzino di più i tuoi fans, sia a livello caratteriale che fisico?

    Ti ringrazio, mi fa molto piacere e per me è un onore. Questa è una buona occasione, concedimelo, per dichiararlo a tutti. Grazie! Io rido parecchio e sono autoironica, quindi penso che possa piacere questo. Fisicamente direi il mio décolleté generoso…no dai, vado fiera del mio minimalismo estetico!: ) Dalle e-mail che ricevo, credo le gambe, i piedi e le mani.

  • Da donna assolutamente tecnologica, è possibile incontrarti sui più noti social network, o sei una di quelli che ne prendono le distanze?

    Non ci sono, avevo aperto un profilo su Myspace ma non ci entro mai, non ho Facebook, ho solo un blog che per di più aggiorno sporadicamente. Amo la tecnologia ma credo nell’equilibrio, non sostengo la dipendenza ma la riverenza, non credo nell’abuso ossessivo ma nell’uso riflessivo.



  • Un progetto che stai seguendo in questo periodo, e di cui puoi parlarci senza scaramanzie?

    Ne ho molti. Sto lavorando a tre format e quando ho un po’ di tempo cerco di far pubblicare il mio libro. Doveva essere pubblicato ma poi l’ho bloccato perché non mi ritrovavo nella proposta di lancio dell’editore.

  • E ora una serie di domande a raffica! Qual è il prossimo viaggio che intraprenderai?

    Vorrei andare a trovare degli amici e fare un giro che mi incuriosisce, prima tappa Cipro e poi Libano.

  • L'ultima volta che hai riso di cuore?

    Durante la lezione di samba con mia mamma, sembravamo due adolescenti a scuola nell’ora di educazione fisica. Sembrava carnevale, non quello di Rio ma quello di Rido per come siamo messe.

  • Un aggettivo per descrivere lo stato attuale della televisione in Italia.

    Non ho un aggettivo ma mi vien da dire “Il Grande Macello”

  • A cosa non rinunceresti mai nella tua vita?

    Ai miei affetti, allo sport, alla musica, alla scrittura, ai viaggi e alla buona cucina.

  • Hai più amiche o amici?

    Amici.

  • Un oggetto di cui non puoi fare a meno?

    La mia balena rosa mp3 ed il mio Iphone.

  • Mai fatto follie d'amore?

    Molte, troppe…non hai chiesto quali quindi passo alla prossima domanda! : )

  • La cosa che hai fatto di cui vai più fiera?

    Ci sono tante cose che mi hanno dato soddisfazioni ed emozioni nella vita. Gesti, parole, azioni che mi hanno resa orgogliosa, ma togliendo il lavoro, visto che ho interpretato la tua domanda da un punto di vista umano, e pensando a qualcosa che possa andare oltre il quotidiano, direi che aspetto ancora possa arrivare domani…

  • Se ti proponessero di posare per un calendario?

    Se posassi per un fumetto? Un dipinto o una scultura? Sarebbe più originale, no? Il calendario alle calende greche! A parte gli scherzi, non saprei, non mi sono nemmeno mai posta la questione.

  • Una promessa, un'anticipazione o un saluto che vuoi fare ai tuoi fans.

    Un caro e affettuoso saluto a tutti ed un sentito ringraziamento perché se c'è anche un piccolo interessamento nei miei confronti è merito dei fans. Efxaristo poli, filakia!

1 commento:

Lisa M. ha detto...

Bella intervista. Sono capitata per caso e me la sono letta tutta d'un fiato. Mi sono molto ritrovata nella parte in cui Maria racconta del sio lavorio per pubblicare il suo libro. Condivido la passione per la scrittura. Consiglio a tutti quelli che hanno queso sogno di non mollare. Anch'io ho scritto un romanzo, l'ennesimo da dimenticare in un cassetto. Ma, contro ogni aspettativa, quest'anno il cassetto l'ho riaperto e ho trovato La Caravella, una casa editrice della mia zona interessata a pubblicare libro Tutto lascia ben sperare. Un in bocca al lupo a Maria! Ripassero' da queste parti! Lisa